Il Castello Visconteo

 

Le origini del castello nel suo primitivo complesso sono incerte. Probabilmente l'edificio attuale è del 1342, anno in cui fu conquistato ed ampliato dal signore di Milano Luchino Visconti. Tra il 1439 e il 1466 la famiglia Rusca che lo abitò avviò importanti opere di fortificazione non solo del castello, ma anche del porto che giungeva fino in fondo all'attuale via Franchino Rusca.


Con la vittoria dei Confederati del 1532 fu in gran parte demolito e delle cinque torri se ne salvò una soltanto. L'esterno del castello, notevole esempio di stile rinascimentale, fu restaurato da Edoardo Berta (1923), che riuscì a fondere, senza contrasto ma in perfetta armonia, l'aspetto severo della torre e delle merlature con la grazia leggiadra delle finestre e del loggiato.
All'interno si apre un cortiletto abbellito da un porticato con una piccola loggia e una scala che porta alle sale del castello. Sulla parete d'accesso è visibile un affresco di scuola lombarda raffigurante una Madonna tra Santi e, in posizione inginocchiata, è riconoscibile un membro di Casa Rusca protetto da Beatrice Casati moglie di Franchino Rusca; la figura sul lato destro è quella di un landfogto ed è stata aggiunta nel 1600. Le pareti e i soffitti delle sale sono in gran parte decorati con gli stemmi dei balivi: tra questi il primo cronologicamente appartiene al bernese Sebastiano von Stein. Inoltre numerosi sono i soffitti a cassettoni in legno intagliato a ornato gotico, i frammenti di sculture, le pareti decorate a graffiti con stemmi dei Rusca e dei lanfogti e interessanti capitelli con varie iscrizioni dei balivi.


Il Castello è attualmente sede del museo Civico e Archeologico.

 

Indirizzo

Piazza Castello 2, 6600 Locarno

Contatti

servizi.culturali@locarno.ch

www.locarno.ch/it/museo-civico-e-archeologico

+41 91 756 31 70

Posizione