Il borgo

 

Il borgo di Brissago, pur avendo subito molte demolizioni e riedificazioni, presenta ancora antiche dimore degne di nota.
Al centro del paese, vicino alla Parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo, all'inizio della rampa e digradante verso il lago, si trova il Palazzo Baccalà, già Branca (XVIII secolo), che costituisce "il più bell'esempio di barocco signorile della regione dell'alto lago Maggiore" (Gilardoni). La maestosa facciata verso il lago, ricca di accenti cromatici e luministici, è dominata da un loggiato di cinque arcate e impreziosita dal ricamo di balconcini in ferro battuto e da un'Annunciazione (1724 circa), mentre sotto la gronda appaiono affreschi allegorici monocromati.
Lungo la cantonale c'è la Casa Conti Rossini, già Borrani, con facciata di struttura medioevale ornata da tre affreschi della fine del secolo XV, attribuibili ad Antonio da Tradate (1490), nei quali sono rappresentati l'Annunciazione con l'Angelo e la Vergine e S. Antonio Abate. Il portale in pietra viva conserva lo stemma dei Borrani.
Interessanti anche casa Bianchini (sec. XVIII), restaurata dall'arch. L. Snozzi, situata tra la cantonale e il lungolago, e alcune costruzioni che si affacciano sul lago (Villa Gina, casa Branca).

Indirizzo

6614 Brissago e isole

Posizione