Un itinerario nella vecchia Locarno

 

Gli angoli più ricchi di attrazione sono situati tra piazza S. Antonio e via Cittadella, in via Borghese, in piazza delle Corporazioni, in piazzetta de' Capitani. In piazza S. Antonio, dominata dalla statua di G. A. Marcacci (opera di Alessandro Rossi, 1856), al numero 3 un pallido affresco di Madonna opera di G. Orelli e a sinistra della chiesa Casa Rusca, la cui facciata è ingentilita da un balconcino in ferro battuto che sovrasta un portale barocco. All'interno custodisce un bel cortile a tre ordini di logge di gusto spagnoleggiante; attualmente è la sede della Pinacoteca comunale. Si percorre via Borghese e, al n. 14, si trova la casa del Negromante: un'antica dimora del XIV secolo di recente restaurata; nell'atrio affreschi del XVI secolo e nella corte il portico e una galleria sostenuti da colonne di legno. Quindi si entra in via Cittadella sulla quale si affacciano alcuni antichi palazzi e la Chiesa Nuova, e la si percorre fino alla piazzetta delle Corporazioni. Da qui parte la stretta e tortuosa via S. Antonio dove si incontrano alcune belle case patrizie: al n. 3 casa Simona con un portale in granito rosa e all'interno un suggestivo gioco di porticati, al n. 11 l'antico portale di casa Rusca Bellerio: la facciata è austera ma l'interno, caratteristica comune alle vecchie case patrizie locarnesi, nasconde un grazioso giardino con gradevole gioco di scale e scalette.
Dalla piazza delle Corporazioni scendendo per la via B. Rusca si incontra l'ingresso del cinquecentesco palazzo detto Casorella, sede di esposizioni d'arte, e, più avanti, il Castello Visconteo.

Indirizzo

6600 Locarno