Dante Alighieri interprete della filosofia di Aristotele

 

Conferenza in lingua italiana del Prof. Alessandro Ghisalberti.

“Dante Alighieri interprete della filosofia di Aristotele"

 

Per Dante Aristotele è “il maestro di color che sanno” (Inferno IV, 131), e il “glorioso filosofo al quale la natura più aperse li suoi segreti” (Convivio III, 5 7); di lui Dante dimostra di conoscere tutte le opere più importanti e di esserne un grande ammiratore.

Le tematiche filosofiche più intriganti riguardano la concezione dell’uomo: seguendo i maestri della Scolastica da lui prediletti, Alberto Magno e Tommaso d’Aquino, Dante ricorre all’etica e alla psicologia di Aristotele per trattare dell’intelletto, delle virtù, delle passioni, dell’anima e della felicità dell’uomo.

Dante inoltre accoglie la convinzione dei suoi contemporanei relativa al carattere “scientifico” della concezione aristotelico-tolemaica del cosmo, e si impegna a rispettarne le leggi nella costruzione immaginaria del viaggio nel triplice regno ultraterreno (Inferno, Purgatorio, Paradiso); accetta il geocentrismo e la centralità dell’uomo nel mondo, e riconosce agli astri il potere di influenzare la vita del mondo sublunare e anche l’indole degli uomini.

Dio è nominato da Dante con termini desunti dalla metafisica di Aristotele: “la gloria di Colui che tutto move” (Paradiso I, 1) e “l’amor che move il sole e l’altre stelle” (Ibi XXXIII, 145), per cui nel poema dantesco il “primo motore immobile” di Aristotele converge
con il Dio biblico, che per amore ha dato origine all’universo e con la sua sapienza governa la storia degli uomini.

 

La serata è aperta al pubblico.

 

Informazioni: tel 091 791 62 37, www.ladante.ch.

Serata organizzata dalla Società Dante Alighieri Locarno in collaborazione con la Società Orizzonti Filosofici.

 

Indirizzo

Sala della Corporazione Borghese
Via all’Ospedale 14 , 6600 Locarno

Quando

22 novembre

Orari

  • Martedì: 20.15

Posizione Evento