Neggia, m. Gambarogno, Indemini: vista stupenda

 

Alpe Cedullo

Vista incomparabile sul Lago Maggiore. A nord della fermata dell'autopostale, all'Alpe di Neggia parte una comoda mulattiera che conduce in cima al Monte Gambarogno, dal quale si gode una vista incomparabile sul Lago Maggiore e sull'intero arco alpino. Il sentiero scende poi, con ampie svolte, lungo il declivo occidentale per arrivare all'Alpe Cedullo dove è possibile gustare il formaggio prodotto in loco. Da lì si prosegue in leggera salita sotto la pietraia di Sant'Anna e si giunge al colle omonimo con l'oratorio solitario, che conserva sulla parte terminale un affresco raffigurante una "Madonna del latte" della cerchia di Antonio da Tradate (attivo nella regione, tra il 1480-1510). La discesa su Indemini si effettua agevolmente lungo il pendio dei Sassi Gialli. Passata la Val Crosa, si scende attraverso un bosco di betulle e ben presto si intravedono i tetti di piode del villaggio. Indemini è l'unico villaggio ticinese costruito interamente con pietre grezze prese sul posto. Le case, quasi tutte scure e tutte uguali, sono realizzate con il tetto di "piode" e le "lobbie" di legno. Pace e silenzio regnano ovunque.

Altitudine

435m

Distanza

7,2km

Durata

3h

Regione

Gambarogno

Punto di partenza

Alpe di Neggia, fermata dell'autopostale

Luoghi situati lungo il percorso

Alpe di Neggia - Monte Gambarogno - Alpe Cedullo - Sant'Anna - Pasturone - Indemini

Da prestare attenzione

Alpe di Neggia, raggiungibile con l'autopostale Linea 62.326 Magadino-Indemini
Indemini, raggiungibile con l'autopostale Linea 62.326 Magadino-Indemini
Periodo: aprile - ottobre

Posizione tour