Vira G.- Poncino della Croce - Alpe di Neggia

 

Escursione impegnativa tra isole erbose e alte vette del Gambarogno.
Da Vira la prima tappa sono i monti di Vira, affascinanti isole erbose, ben curate, inserite tra i fitti boschi della ripida montagna. Si prosegue con l'ascesa del Poncino della Croce (1471 m) da dove lo sguardo spazia sul Lago Maggiore, il Delta della Maggia, l'agglomerato locarnese e il Piano di Magadino. Lasciando la grande croce si segue il sentiero che si alza lungo la cresta che separa la Valle di Vira dalla Valle del Trodo. La cresta è ariosa e offre belle visioni su questa valle selvaggia e straordinaria. Si passa poi da due modesti rilievi, di nome Uomo del Sasso (1522 m) e Cimetto (1615 m) per infine raggiungere il Poncione del Macello (1719 m). L'escursione prosegue con la traversata verso l'Alpe di Neggia.
Per il ritorno a Vira vi è la possibilità di usufruire dell'autopostale Linea 62.326 Magadino-Indemini.
Cosa offre:
Caseificio e punto di vendita prodotti caseari all'Alpe di Neggia
Ritrovo di Neggia (Alpe di Neggia), ristorante con alloggio

Altitudine

1.642m

Distanza

11km

Durata

4,5h

Regione

Gambarogno

Punto di partenza

Vira Gambarogno, fermata dell'autobus

Luoghi situati lungo il percorso

Vira Gambarogno - Monti di Vira - Poncino della Croce - Poncione del Macello - Alpe di Neggia

Da prestare attenzione

Vira Gambarogno - con l'autopostale linea 62.329 S. Antonino-Cadenazzo- Dirinella, con la
ferrovia S30 Linea Bellinzona-Luino ( a 10 minuti dalla stazione)
Alpe di Neggia - con l'autopostale linea 62.326 Magadino-Indemini

Periodo: Aprile - Ottobre

Posizione tour