Trekking dei laghetti alpini

Un’escursione di cinque giorni alla scoperta dei 14 più bei laghetti di montagna dell’alta Valemaggia attorno al ghiacciaio del Basodino. Di capanna in capanna in un paesaggio naturale mozzafiato, attraverso mondi alpini, pascoli, ghiacciai e torbiere. Ma come dice il nome, il punto forte sono i cristallini laghi di montagna.

Il punto di partenza di questo affascinante trekking è Fusio, l’ultimo paese dell’alta Vallemaggia. Completando i cinque giorni di tour si ritorna a Fusio, ma c’è anche la possibilità di intraprendere una versione ridotta dell’escursione. Il trekking prevede circa 5-7 ore di camminata al giorno, e alcuni tratti non devono essere assolutamente sottovalutati, a causa delle notevoli differenza di altitudine e di lunghezza. Il tour è quindi adatto ad alpinisti esperti e può essere fatto da luglio a ottobre, a seconda delle condizioni.

Il primo giorno si parte da Fusio in direzione dell’accogliente Capanna Poncione di Braga. Il sentiero passa davanti al Pizzo Piatto di Röd, una vetta che si dice sia costituita in parte da roccia di crosta oceanica. Il rifugio è situato in un fantastico paesaggio montano; vale davvero la pena alzarsi presto la mattina successiva per godersi l'alba davanti a questo panorama meraviglioso.

La zona intorno a Robiei è nota per i suoi stambecchi, quindi sulla cima del crinale conviene tenere gli occhi aperti per avvistarli e fare una pausa prima della ripida e sassosa discesa verso il Lago Nero e il Lago Bianco. Perché il Lago Nero è così scuro e il Lago Bianco così luminoso? Il Lago Nero è un lago naturale con una sorgente di cui l’acqua è piuttosto scura. Il Lago Bianco, invece è un lago di montagna artificiale che immagazzina principalmente acqua di fusione e contiene molti minerali brillanti che lo fanno risplendere sotto il sole. Il terzo giorno, si arriva ai piedi del ghiacciaio del Basodino, e si continua fino alla Capanna Maria Luisa, in Italia. Le ampie pianure con i laghi turchesi e la roccia lucida del ghiacciaio sono impressionanti. La lunga salita del quarto giorno porta al punto più alto del tour: a 2700 m s.l.m., passando per il Lago Cavagnöö e il Lago Sfundau fino alla Capanna Cristallina. L'ultimo percorso è di nuovo una lunga passeggiata, che conduce a Fusio passando per il Lago Naret. Questo trekking di 60 km è un prolungamento della Via Alta Vallemaggia, che esiste dal 2009 e conduce da Cardada-Cimetta a Fusio. Maggiori informazioni e dati tecnici sul tour sono disponibili qui

Cerca su ascona-locarno.com


Risultati della ricerca