Locarno

Maleducazione transiberiana

31.03.2019

Un lungo viaggio attraverso la sconfinata terrra della pedagogia per l’infanzia.

Da Mary Poppins a Peppa Pig, da una Cenerentola postmoderna alle condizioni di lavoro di Holly e Benji, le fiabe e i cartoni animati plasmano per sempre la visione del mondo dei bambini. Ma quale ruolo giocano nelle politiche educative e commerciali?

Davide Carnevali, uno dei giovani drammaturghi più interessanti nel panorama italiano contemporaneo – già tradotto in varie lingue e qui al suo debutto come regista – indaga la psicopedagogia dell’infanzia chiamando in causa Fourier, Marx, Brecht, Benjamin fino a Ronald Reagan. E lo fa a suo modo, con ironia, per smascherare l’artificiosità della realtà. Si parla delle favole, delle filastrocche, dei cartoni animati, non più nati da sfoghi di fantasia, ma da un calcolo artificioso che impone mode e gusti.

Si tratta, in definitiva, di mettere in mostra – e, soprattutto, in ridicolo – i meccanismi di costruzione delle narrazioni e il modo in cui esse sono utilizzate per manipolare il comportamento del bambino, determinando il suo ruolo come produttore e consumatore nell’economia di mercato.

 

regia: Davide Carnevali

con Federico Manfredi, Fabrizio Martorelli, Silvia Giulia Mendola 

produzione: Teatro Franco Parenti

 

Biglietti:

adulti CHF 25.00
con carta Circuito Girino CHF 15.00
bambini CHF 10.00

 

Informazioni e prenotazioni: [email protected] oppure tel. 076 275 79 68.

 

TIPOLOGIA

  • Teatro

Cerca su ascona-locarno.com


Risultati della ricerca