Robiei e i laghi ai piedi del Basodino

Robiei

Da San Carlo in Val Bavona, immersi in un territorio alpino contraddistinto da macigni, pareti di roccia e una natura selvaggia, parte la teleferica che porta a Robiei, punto di partenza di questo itinerario circolare. La teleferica è senza dubbio il modo più comodo e suggestivo per raggiungere Robiei e ammirare il paesaggio circostante sospesi nel vuoto, un'emozione unica. In soli 15 minuti raggiungerete i 1900 m di quota nella splendida zona di Robiei ai piedi del ghiacciaio del Basodino, nei pressi dell'omonima diga, dove potrete godere di una magnifica vista sulle alpi ticinesi. Il Basodino è il più imponente e importante ghiacciaio del Ticino: una calotta bianca scintillante che raggiunge i 3273 m. e si staglia davanti ad un grandioso paesaggio di granito e di "gneis".
Dalla stazione a monte della funivia parte il sentiero escursionistico che porta sulla sponda sinistra del lago di Robiei. Il punto panoramico si trova sulla bocchetta che porta sulla strada per il lago Bianco. Si scende poi sul lato destro, ed è interessante notare come non solo il lago e l'acqua di fusione dei ghiacciai risplendono al sole, ma anche i cristalli sul sentiero: Robiei è infatti conosciuta per la sua ricchezza di minerali.
Raggiunta l'estremità del lago il sentiero devia sull'alpe Lielp, dove si trovano mucche, capre e maiali e dove si produce un ottimo formaggio "Vallemaggia", così come burro e ricotta. Si prosegue poi in leggera pendenza verso la Capanna Basodino. Qui, prestando un po' di attenzione, è possibile osservare numerosi animali selvatici come marmotte, stambecchi e camosci che sostano sulle creste. Si ritorna poi alla stazione di arrivo della funivia dove termina l'itinerario.

Cerca su ascona-locarno.com


Risultati della ricerca