Alla scoperta delle valli e i loro pregi

Camminare in montagna: per alcuni significa libertà, avventura, evasione. Per altri è un modo di riconnettersi con sé stessi, ritrovare la pace e la capacità di apprezzare i dettagli. La montagna è stata preziosa in passato per le generazioni di allora che vivevano delle sue risorse, ma lo è ancora oggi, perché ci dà la possibilità di rimanere in contatto con la forza vitale della natura, essenziale per il nostro benessere.

Rasa

Le valli di Ascona-Locarno non hanno dalla loro solo un’inconfutabile bellezza data da una natura rigogliosa e prospera, ma conservano anche le vestigia di secoli di storia. Una storia che le ha plasmate e che ha lasciato segni di cui ancora oggi si può trovare traccia. Una storia costruita sull’eterna interazione tra uomo e natura: caparbio, coraggioso e generoso il primo, rigogliosa ma non sempre magnanima la seconda.

Preservare la ricchezza culturale delle valli è fondamentale per la loro continuità ed è tra gli obiettivi che si prefiggono queste dieci proposte escursionistiche. Per questo è così importante fruirne in modo responsabile, ecologico e proficuo. Gli itinerari sono stati concepiti in modo da portare gli ospiti ad esplorare le ricchezze e le peculiarità del territorio rurale attorno al Lago Maggiore, il tutto rigorosamente con le proprie gambe o avvalendosi, in determinati casi, dei mezzi pubblici.Ogni itinerario dura due o più giorni, non solo perché così si ha effettivamente il tempo di godersi la valle, ma anche perché concedersi l’occasione di dormire sul posto e assaporare i prodotti locali è un’esperienza unica e porta un importantissimo valore aggiunto al territorio. Ognuno dei percorsi proposti è un modo per ritrovare benessere e conoscere luoghi nuovi ma anche per apprezzare e sostenere la vita nei luoghi più discosti della nostra regione, dove le cose più semplici a volte non sono poi così banali. 

I nostri dieci modi per scoprire le valli sono nati per farti immergere nella maniera più delicata possibile in un territorio che dietro ogni curva nasconde una storia che aspetta solo di essere ascoltata. Ognuna delle proposte mette in luce le ricchezze locali e gli elementi che costituiscono l’identità di ogni valle. In alcuni casi gli itinerari proposti hanno come filo conduttore una particolare tematica, come per esempio l’arte o l’architettura.

Percorrere le valli a piedi o in bicicletta è un ottimo modo per cogliere quei dettagli che raccontano la storia di un luogo, e che si perdono spostandosi con mezzi più veloci. Solo così, osservando con occhio vigile, si possono davvero scovare le tracce della costante dicotomia tra uomo e natura su cui sono costruite le vite degli abitanti delle valli. D’altronde, non è un mistero e nemmeno un caso che il riavvicinamento alla natura delle persone avvenga in modo direttamente proporzionale all’avanzamento tecnologico del mondo. In una realtà sempre più veloce, virtuale, esigente e competitiva, il ritmo e la solida fisicità della natura ci permettono di riconnetterci con la parte di noi più ancestrale e istintiva. Da questo punto di vista, le valli attorno al Lago Maggiore hanno davvero tanto da offrire e tanti sono anche i modi per apprezzarle. La forma più intensa e autentica di viverle nella loro interezza però, uniche e varie come sanno essere, è quello di percorrerle a piedi. Perché è solo quando si vive pienamente la montagna che si scopre davvero la sua forza.

Il consiglio dell’esperto: come convincere qualcuno a seguirti nella tua prossima avventura.

Un ottimo trucco è quello di portare un assaggio di qualche prodotto locale. Salumi e formaggi fanno sicuramente la loro figura, ma è facile trovare anche prodotti un po’ più particolari, come miele, birra e prodotti a base di cereali. Una volta assaggiate, nessuno potrà resistere ad un tour nelle terre di produzione di queste prelibatezze.

Cerca su ascona-locarno.com


Risultati della ricerca