Swing the World, le altalene panoramiche

Swing the World è il progetto tutto ticinese nato dalla mente di due giovani appassionati di fotografia e videomaking che vuole far conoscere al mondo gli angoli più suggestivi, mozzafiato e instagrammabili del Ticino grazie a delle altalene artigianali sparse sul territorio. Il tutto con un occhio di riguardo per l’ecologia.


«L’idea è nata per caso durante questo periodo di lockdown. Fabio mi ha raccontato che da piccolo aveva un’altalena nel suo giardino, così abbiamo deciso di costruirne una con le nostre mani. E poi abbiamo pensato: perché non metterla in un luogo bello, e fruibile a tutti? Un angolo paradisiaco della nostra regione che le faccia da cornice. Così è nato Swing the World.»

Elisa Cappelletti e Fabio Balassi sono due giovani ticinesi del locarnese appassionati di fotografia e videomaking con una predilezione naturale per le cose belle e un amore profondo per il Ticino. Anche se il loro progetto è nato quasi per caso, come un hobby, le foto mozzafiato della loro prima altalena hanno riscosso un notevole successo sui social portando moltissime persone a voler vivere l’esperienza di persona. «Abbiamo iniziato senza pretese, solo per condividere un luogo oggettivamente bello, non ci aspettavamo questo riscontro». Ora, dopo aver già piazzato diverse altalene – di cui sei nella regione del Lago Maggiore – ed essere stati contattati da diverse associazioni per installarne altre, pensano con entusiasmo al futuro e ad una possibile espansione nel resto della Svizzera.


Una passeggiata in mezzo ai boschi, una scarpinata su per le montagne o un tuffo in mezzo al lago... e improvvisamente eccola lì, un’altalena che incornicia una vista incredibile. Le altalene di Swing the World hanno un fascino tutto particolare, non solo perché sono posizionate in punti strategici con lo scopo di portare le persone nei luoghi più belli del Cantone, ma anche perché sono completamente fatte a mano dai due ragazzi con materiali locali.

«Fatta eccezione per le corde, che sono in polipropilene per essere più resistenti alle intemperie e all’esposizione al sole, le altalene sono completamente naturali. Usiamo tronchi di castagno o robinia tagliati a circa un metro di lunghezza, così che sull’altalena possano stare comodamente sedute anche due persone. Poi tagliamo i tronchi a metà per il lungo, pialliamo e lisciamo il lato piatto e facciamo i buchi per le corde. A questo punto la base dell’altalena è pronta per essere incisa col pirografo con la caratteristica scritta Swing the World e poi verniciata e laccata perché il legno resista nel tempo. Della costruzione mi occupo io, della decorazione Elisa, che ha anche realizzato il logo che abbiamo pensato e ideato assieme.» Una volta l’altalena pronta, ci vuole un luogo per accoglierla. Con la loro attenzione al tema della sostenibilità, i due giovani ticinesi scelgono luoghi che abbiano sì un panorama mozzafiato a cui l’altalena possa fare da cornice in foto e bei ricordi, ma anche che vadano raggiunti a piedi o in bici, in modo da non creare traffico e spingere le persone – di tutte le età – a godersi un momento nella natura.   

Sei curioso di provare le altalene Swing the World? Prenditi il tempo di scoprire tutte quelle installate nella nostra regione, dalle acque del lago (letteralmente!) fin sulla cima di una montagna. Siediti, dondolati, respira l’aria pura e lasciati trasportare da emozioni panoramiche.

Cerca su ascona-locarno.com


Risultati della ricerca