Bolle di Magadino: cosa vedere e come raggiungerle

Bolle di Magadino: tutto quello che devi sapere se vuoi visitare la riserva naturale cantonale sul Piano di Magadino.

Le Bolle di Magadino sono una riserva naturale cantonale e uno dei nove paesaggi golenali svizzeri di importanza internazionale. Si trovano sul Piano di Magadino, tra le foci dei fiumi Ticino e Verzasca, e si affacciano sul Lago Maggiore. Originatesi dallo scambio continuo tra terra e acqua, sono l’habitat privilegiato di animali e piante tipici delle zone umide e un importantissimo luogo di sosta per numerose specie di uccelli migratori. 

Bolle di Magadino

Come raggiungerle: le Bolle di Magadino sono accessibili da Magadino e da Gordola. Magadino è raggiungibile in 20 minuti di battello da Locarno, mentre Gordola si può raggiungere in 10 minuti di treno da Locarno. Dall’attracco di Magadino ci vogliono 5 minuti a piedi per raggiungere il sentiero didattico delle Bolle Meridionali. Dalla stazione di Gordola ce ne vogliono circa 15 per raggiungere l’accesso delle Bolle Settentrionali.
La visita: le Bolle di Magadino si possono visitare in autonomia grazie ai sentieri didattici e ai cartelli informativi in italiano, tedesco e inglese che si trovano lungo i percorsi. In alternativa è possibile prenotare una visita guidata in italiano, tedesco o francese. Le Bolle di Magadino si possono visitare in tutte le stagioni.

È possibile raggiungere le Bolle di Magadino anche in bici, ma possono essere visitate esclusivamente a piedi. Se ha piovuto di recente, meglio munirsi di scarpe impermeabili o stivali. Se hai dei bambini, la maggior parte dei sentieri possono essere percorsi con un passeggino sportivo. Non c’è un itinerario obbligato, ma è essenziale non allontanarsi dai sentieri ufficiali per non disturbare la fauna o danneggiare la flora della zona: la riserva è habitat di numerosissime specie animali, tra cui anche insetti e anfibi rari. Sui sentieri sono presenti diverse torrette e punti d’osservazione per ammirare gli animali. Se sei appassionato di birdwatching, il periodo migliore per osservare l’avifauna è da aprile a maggio. L’accesso via lago alla riserva non è consentito, ma in luglio ed agosto puoi prenotare un’uscita in barca per godere del paesaggio delle Bolle dal lago.
Le Bolle di Magadino coprono una superficie di 660 ettari suddivisi in 3 aree di protezione con diversi livelli di protezione (una zona di protezione assoluta, non accessibile al pubblico, una zona di valorizzazione e promozione e una zona di rispetto e promozione). Le Bolle sono uno degli ultimi esempi di zona deltizia dove almeno in parte si sono conservati ambienti naturali. La riserva cantonale è stata istituita nel 1979, e dal 1982 sono iscritte alla Convenzione di Ramsar. Stagni, canneti, boschi alluvionali: la diversità di ambienti e di specie animali e vegetali che si trovano alle Bolle di Magadino è sensazionale e vale senza dubbio una visita. Hanno anche un ruolo importantissimo come luogo di sosta per le specie migratrici, motivo per cui dal 1994 è presente anche un centro d’inanellamento (“Bird observatory”) che partecipa al progetto di ricerca europeo sulla migrazione degli uccelli.

Cerca su ascona-locarno.com


Risultati della ricerca