In battello sul Lago Maggiore

Il Lago Maggiore, conosciuto anche come Verbano, è condiviso tra Svizzera e Italia, a cavallo tra il Canton Ticino, il Piemonte e la Lombardia. Il clima singolare che lo contraddistingue e la bellezza delle cittadine lungo le sue rive lo rendono una meta turistica di eccezionale bellezza. Scoprire il lago coi suoi colori intensi e le montagne che lo abbracciano a bordo del battello è un’esperienza che rende ogni vacanza ancora più speciale. In più, se si ha voglia di esplorare, ogni ormeggio è un buon punto di scalo per scoprire le chicche della regione.


La nostra crociera inizia a Locarno col battello in direzione del Gambarogno. Questa sponda del lago dominata dall’omonimo monte ospita il Parco Botanico del Gambarogno. Il parco è ricco di azalee, rododendri, pini, ginepri, edere, abeti esotici e una notevole collezione di camelie e magnolie. La stagione migliore per visitarlo è l’inizio della primavera, quando si riempie di fiori rosati sbocciando in tutta la sua bellezza. A San Nazzaro si trova un grazioso lido dove rinfrescarsi nei mesi estivi.

Grazie al clima mediterraneo, è possibile nuotare nel Lago Maggiore fin dal principio dell’estate. Le cittadine lungo la riva sono celebri per le loro spiagge di sabbia chiara e i lidi. Riprendiamo il battello in direzione di Brissago dal porto di San Nazzaro. In una quindicina di minuti appena il battello attracca nel pittoresco imbarcadero di Ascona, direttamente sulla sua famosa piazza affacciata sul lago. Ad accogliere chi scende dal battello ci sono le tipiche case dalle facciate dai colori vivaci che danno subito quel tocco mediterraneo. Oltre a fare una piccola merenda di metà mattina in uno dei bar sulla piazza, vale sicuramente la pena inoltrarsi tra le vie del borgo antico e perdersi tra corti, cunicoli e gallerie d’arte. Se hai più tempo a disposizione o hai voglia di esplorare un po’ di più, puoi anche attraversare il borgo fino a raggiungere la scalinata che sale al Monte Verità, la collina sopra Ascona. La salita è abbastanza impegnativa (in alternativa si può prendere il bus), ma ne vale la pena. Oltre a un museo, un centro per eventi e una piantagione di tè, si trovano le testimonianze della comunità naturista che vi si installò agli inizi del ‘900. 


A un altro quarto d’ora di battello da Ascona si erge la vera e propria perla botanica del Ticino: le Isole di Brissago. Ospitano l’unico parco botanico insulare di tutta la Svizzera, che vanta piante provenienti dai quattro angoli del globo. Il clima della regione, favorito proprio dalla presenza del Lago Maggiore, consente infatti la crescita di piante tipiche dei climi mediterranei e subtropicali altrimenti introvabili in Svizzera.

Gli scenari che si susseguono nel parco sono particolarmente belli e suggestivi, anche per i bambini, che in più possono divertirsi con un’accattivante caccia al tesoro. E quale posto migliore di un’isola per giocare ai pirati? Nel parco si può fare una sosta per bere o mangiare qualcosa al ristorante di Villa Emden, edificata negli anni ’30. Dopodiché, è il momento di riprendere il battello e raggiungere Brissago, un piccolo borgo sospeso tra le rive del lago e i ripidi pendii delle montagne: la perfetta oasi di pace e tranquillità dove ritirarsi per una vacanza all’insegna del relax. I giardini delle case, qui, sono ricchi di piante tipicamente mediterranee, come limoni ed aranci. Il viaggio di ritorno a Locarno in battello è un ottimo modo per rivedere dal lago i posti appena visitati e rilassarsi sul ponte godendosi il sole e la brezza. Si può concludere la gita salendo al Santuario della Madonna del Sasso di Orselina con la funicolare. Questa splendida chiesa abbarbicata su uno sperone roccioso merita una visita sia per la sua bellezza che per la vista spettacolare di cui si gode dal suo porticato. Si scende poi a piedi attraverso la Via Crucis (che andrebbe in realtà fatta in salita) fino in Città Vecchia per concludere la giornata in Piazza Grande.

Cerca su ascona-locarno.com


Risultati della ricerca